JUMBO Logo
Deliver Icon
Nuovo da JUMBO: Consegna standard gratuita per ordini a partire da 75.–
Per saperne di più

Abitare in città e curare un proprio orticello con erbe aromatiche e verdure: non vi sembra una buona idea? E se invece lo fosse? La pratica dell’urban gardening sta prendendo sempre più piede nei contesti cittadini. Non è poi così difficile trovare un posticino per un piccolo giardino: sul balcone, sulla terrazza sul tetto, nel cortile interno o nel giardino comune. «Urban gardening» vuol dire semplicemente dedicarsi all’attività del giardinaggio in città, in altre parole vangare la terra, coltivare le piante, strappare via le erbacce e mettere al riparo il raccolto.

Chi ha intenzione di farsi coinvolgere dalla moda dell’urban gardening qui troverà le istruzioni per l’uso e qualche utile consiglio. Questa attività non richiede grossi sforzi, è molto più semplice di quanto si possa pensare e in un certo qual modo contribuisce a rendere il mondo un po’ più bello e migliore.

Istruzioni per l’uso

ISTRUZIONI PASSO DOPO PASSO PER L’URBAN GARDENING


Cercare il posto giusto


Sono diversi i posti adatti a ospitare un giardino urbano. Le soluzioni classiche includono il balcone, la terrazza sul tetto, il giardino interno e il davanzale. Se non disponete di luoghi simili oppure avete bisogno di più spazio, potete optare per varianti più creative come il tetto di casa o le pareti. Sempre più spesso si utilizzano anche spazi in luoghi pubblici per ricavare giardini in comune. Indipendentemente da dove allestite il vostro giardino urbano, assicuratevi sempre che il punto prescelto sia sufficientemente soleggiato e che vi sia accesso all’acqua.


Progettare il giardino urbano


Affinché quanto seminato possa crescere bene, serve un minimo di progettazione a monte. Basandovi sullo spazio disponibile, valutate quali ortaggi, quali erbe aromatiche e quali fiori potrete piantare. Ricordatevi inoltre che alcune piante possono essere seminate e piantate solo in determinati periodi dell’anno. Infine, fate un elenco con tutto il materiale necessario come vasi, sementi, terriccio e concimi. Suggerimento: a tal fine, consultate più avanti anche il calendario della semina.


Procurarsi i vasi per le piante


Cassette, pallet di legno, bidoni, bottiglie o persino lattine: quasi tutti i contenitori possono trasformarsi in vasi per le vostre coltivazioni. Tuttavia, dovrete verificare che il materiale di cui sono fatti non contenga sostanze chimiche dannose o, più in generale, sostanze nocive. Chi invece preferisce stare sui tradizionali vasi per piante comunemente disponibili in commercio, da JUMBO troverà una ricca selezione di prodotti per giardini verticali, orizzontali o sospesi. Non dovrete fare altro che scegliere gli articoli che meglio si adattano alla vostra idea di giardino.


Procurarsi il terriccio e i materiali di riempimento


Per far crescere belle e rigogliose le vostre piante, vi serve il terriccio giusto. Le piante hanno esigenze diverse, quindi scegliete il terriccio di conseguenza. Da JUMBO trovate un assortimento completo di terricci, concimi e materiali di copertura tra i quali, ad esempio, terriccio per fiori, terriccio da semina e piante aromatiche, terriccio per pomodori e ortaggi e granulato per piante. Altro particolare da tenere ben presente: alcune verdure non gradiscono i luoghi sovraffollati e hanno bisogno di una certa distanza. Informatevi bene su quali varietà di ortaggi è possibile abbinare.


Coltivare il giardino urbano


Vi siete procurati i vasi per le piante e li avete riempiti di terriccio. Adesso potete iniziare con il lavoro della semina. Che preferiate i semi o le piantine, non fa una grossa differenza. Ciò che conta veramente è scegliere il momento giusto. Dovrete infatti privilegiare alcune piante, perché è possibile seminarle o piantarle solo in determinati periodi dell’anno. Nel mese di giugno, ad esempio, non dovreste più iniziare a coltivare i pomodori, semmai vi converrebbe acquistare una piantina. Più avanti trovate il calendario della semina che vi mostra tutti i periodi giusti per le varie coltivazioni.


Curare il giardino ed essere pazienti


Una volta finito di seminare i vostri ortaggi, le vostre erbe aromatiche e i vostri fiori, non vi resterà che prendervene cura. Controllate regolarmente le vostre piante, annaffiatele con la giusta quantità d’acqua e, se necessario, proteggetele. Le piante hanno bisogno di tempo per crescere. Con un pizzico di pazienza, potrete gustarvi le vostre verdure biologiche.


Raccogliere i frutti del proprio lavoro


Più fresco di quello appena raccolto nel proprio giardino è impossibile. Non c’è nulla da fare, i ravanelli coltivati con le proprie mani, il cespo d’insalata fresca e le erbe aromatiche dall’intenso profumo sono semplicemente molto più buoni. Inoltre, coltivando personalmente frutta e verdura avrete la certezza di mangiare cibi privi di pesticidi. Raccogliete solo la quantità che pensate di consumare immediatamente. E se doveste avanzarne, potete sempre refrigerare, congelare, fare conserve, preparare sciroppi o fermentare in modo da conservare più a lungo il vostro raccolto.

Guida

SETTE CONSIGLI PER CHI VUOLE REALIZZARE UN PROPRIO GIARDINO IN CITTÀ


1. Trovare le varietà giuste da piantare sul balcone


Ortaggi in foglia, lattuga da taglio e da cogliere così come erbe aromatiche sono tutti esempi di piante che si adattano benissimo a essere coltivate sul balcone o sulla terrazza. Anche le fragole o i fagioli non richiedono molto spazio. Pomodori, peperoni o cetrioli sono tra le piante più grandi e vanno piantate in vasi con una capacità di almeno 15 litri di terriccio. Vivai e negozi ora tengono in assortimento più piante da balcone.

2. Piantare l’aiuola rialzata


Chi ha lo spazio per accogliere un’aiuola rialzata può coltivare a casa sua quasi tutto. All’inizio, la terra è ricca di sostanze nutritive, la condizione ideale per verdure come melanzane, patate e tutte le varietà di cavolo che si nutrono avidamente dal terreno. A partire dal secondo e terzo anno sarebbe più opportuno passare a carote, spinaci e cavoli rapa. Dopo potrete coltivare piselli, fagioli e lattughino, che in proporzione consumano meno sostanze nutritive. E, dettaglio non di poco conto, un’aiuola rialzata non affatica la vostra schiena grazie alla sua comoda altezza.

3. Urban gardening all’interno


All’esterno non avete spazio per ospitare un piccolo orticello? I vasi con erbe aromatiche da giardino si accontentano anche di un posticino sul davanzale. Oppure potete piantare le vostre erbette usando una fioriera decorativa a scala, vasetti da appendere o divisori. Inoltre, esistono anche le cosiddette piante da frutto nane: una coltivazione che rimane intenzionalmente piccola. In questo modo, potrete coltivare mele, ciliegie o prugne anche in casa. Anche le piantine di bacche non occupano molto spazio e possono essere coltivate all’interno.

4. Farsi aiutare


Alcuni giardinieri alle prime armi non osano neanche prendere in considerazione l’idea di avere un proprio giardino urbano. Ma questo ormai non è più un valido motivo per far cadere nel dimenticatoio il proprio orticello. Esistono aiuti specifici in tal senso. JUMBO consiglia needhelp. Su needhelp, infatti, troverete una persona fidata nella vostra zona che potrà aiutarvi a realizzare il vostro orto di verdure.

5. Puntare sulla qualità


Chi ama circondarsi di verde, deve puntare sulla qualità. Quindi, quando acquistate i vostri prodotti, fate molta attenzione al sigillo di qualità. In questo senso, sono tre le etichette da segnalare: con JARDIN ROYAL, JUMBO contrassegna prodotti di qualità a prezzi equi. Chi acquista piante con il sigillo SUISSE GARANTIE, punta decisamente su prodotti selezionati di agricoltura svizzera. Mentre il simbolo BIO-SUISSE con la gemma è sinonimo di una coltivazione genuina e non trattata.

6. Optare per l’irrigazione automatica


Non dimenticatevi dell’irrigazione. Le verdure prediligono un terreno umido. Per accontentarle senza fare troppa fatica, vi converrebbe scegliere una soluzione di irrigazione automatica. Esistono persino sistemi dotati di sensore per l’umidità integrato che blocca l’irrigazione in caso di pioggia. Grazie all’irrigazione automatica, il vostro giardino urbano supererà indenne anche il periodo delle vacanze. Sull’online shop JUMBO potete acquistare comodamente il vostro sistema di irrigazione automatico.

7. Aderire a un piano comunitario


Vi piacerebbe seguire la tendenza dell’urban gardening ma la vostra casa non vi offre le condizioni per farlo? Allora aderite a un piano comunitario. In diverse città svizzere esistono ormai giardini in comune dove si coltiva e ci si confronta con persone di idee e interessi affini. E se nella vostra città non ce ne sono ancora, cercate un luogo adatto e fate una proposta all’amministrazione comunale.

Il giardinaggio per i più piccini

URBAN GARDENING CON I BAMBINI

Anche i bambini si divertono a cimentarsi con il giardinaggio e possono essere facilmente coinvolti in questa attività. Grazie al giardinaggio i bambini di città vengono a contatto con la natura. Vedono come cresce la verdura e apprendono un sacco di informazioni sulle piante per uso alimentare, sugli insetti e sui cicli della natura. I bimbi imparano, tra parentesi, importanti abilità quali la responsabilità, l’osservazione attenta e la pazienza, tutti aspetti che assumono particolare importanza in un mondo come quello di oggi, in cui molti giovanissimi sono abituati ad avere tutto sempre e ovunque. L’esperienza tattile con la terra sviluppa tutti i sensi e stimola la motricità. I momenti trascorsi insieme a lavorare sui vasi di fiori rimanderanno a ricordi positivi dell’infanzia, impressi in modo indelebile nella memoria.

Consigli per uno urban gardening entusiasmante con i bambini

Esperienze di successo: ai bambini occorrono esperienze con risultati positivi. Iniziate con piante che crescono in fretta, robuste e gradevoli. Sono particolarmente adatte le fragole, le patate, i ravanelli e, se avete un luogo soleggiato, i pomodori. Anche le erbe quali origano, menta, prezzemolo e melissa sono molto facili da coltivare. L’uva spina e il ribes non sono impegnativi e offrono la possibilità di un goloso dessert, facilissimo da preparare, un «gioco da ragazzi» nel vero senso del termine. Non dimenticatevi di piantare anche qualche fiore, così verranno a farvi visita api e farfalle.

Fateli provare da soli: a molti bambini piace fare tutto da soli, e voi non impediteglielo. Affidate a ogni piccolo giardiniere un pezzo di terra, dove può coltivale quello che preferisce, utilizzando utensili per il giardinaggio studiati apposta per i bambini. Perfetto no? Se poi i bambini esagerano con l’innaffiare, scavano troppo o raccolgono frutti acerbi, non otterrete forse un giardino perfetto, ma di certo i vostri bimbi avranno raccolto esperienze preziose. Potete sempre raccogliere e mangiare quello che cresce nella «zona genitori».

Creatività: con vasi da fiori creati con le loro mani e mini-serre ricavate da vecchie bottiglie, tetra pack, vasetti dello yogurt o confezioni delle uova, i vostri figli non diventeranno solo giardinieri, ma si trasformeranno in autentici esperti del riciclaggio e creativi appassionati del fai da te. Incollate o colorate i contenitori a piacere in compagnia dei vostri figli, così sarà ancora più gradevole vedere le vostre piantine crescere rigogliose.

Giardino verticale

LE PIANTE CONQUISTANO LE PARETI

Con il termine giardino verticale si intende la coltivazione di piante posizionate e/o che crescono in verticale. Una tendenza, questa, che va ben al di là di quelle che sono le facciate coperte di rigogliosa edera. Il giardino verticale offre nuove opportunità di praticare il giardinaggio in città o sfruttando spazi stretti. Quello che non ha margine di manovra in larghezza, deve poter crescere in altezza. Il giardino verticale è una declinazione moderna della sistemazione del giardino. Per tutti coloro che dispongono di poco spazio o cercano idee insolite, questa è una soluzione versatile per coltivare ogni tipo di verdura, frutta e piante verdi.

Nel frattempo, sistemi sempre più sofisticati consentono di coltivare in altezza le aiuole. Aiuole verticali, scale per fiori e aiuole rialzate nonché colonne coltivabili sono progetti di urban gardening verticale di facile realizzazione. Non solo consentono di risparmiare spazio, ma sono al tempo stesso elementi decorativi. Come moduli a parete sono perfettamente adatti, ad esempio, le classiche cassette, le strutture in filo metallico, i pallet o i vasi di terracotta. I contenitori devono avere una profondità fino a 20 centimetri. Per il giardino verticale si possono anche utilizzare cesti sospesi e bottiglie di plastica usate. Tenete presente che la parete dietro alla struttura deve essere rivestita con uno strato isolante per proteggerla dall’umidità, che può provocare danni, o per scongiurare la formazione di muffa.

Istruzioni per innaffiare: il fabbisogno di acqua è direttamente proporzionale all’altezza cui è posizionata la pianta. Se sono collocate a un’altezza elevata, le piante saranno chiaramente più esposte al sole e al vento.

Consigli e trucchi

Calendario di semina

Cosa si abbina e cosa no.

consociazioni corrette

Ispirazioni

URBAN GARDENING: ECCO COME LO HANNO REALIZZATO ALTRE PERSONE

POTREBBERO INTERESSARVI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Aiuole rialzate

più

Semina e coltivazione

più

Lavori di giardinaggio

più

Irrigazione

più