JUMBO Logo

Evviva, si parte per le ferie! Quando si parla di vacanze, molti pensano a un viaggio in aereo. Per gli svizzeri, invece, l’auto resta ancora il mezzo di trasporto preferito per andare in vacanza. Non c’è da stupirsi, dato che partendo della Svizzera si possono visitare così tanti paesi diversi. E inoltre, viaggiare in auto garantisce soprattutto maggiore indipendenza e flessibilità.

Caricare l’auto, accendere il motore e partire senza un piano prestabilito non è però una buona idea. In questo modo, infatti, il viaggio può trasformarsi in una vera e propria prova di resistenza. La preparazione e l’organizzazione sono quindi fondamentali. Grazie ai 12 consigli di JUMBO, scoprirete come superare indenni un lungo viaggio in auto con tutta la famiglia e come giungere di buonumore a destinazione.

CONSIGLIO 1: CONTROLLO DELL’AUTO


Mentre voi non vedete l’ora di partire per le ferie, alla vostra auto spetta un compito arduo. I lunghi tragitti sotto il sole cocente e a pieno carico rappresentano per la vostra auto una vera sfida. Perciò, assicuratevi che il vostro veicolo sia adeguatamente preparato per affrontare il tragitto. Fate un check accurato dell’auto in previsione delle ferie o portatela in un’officina prima di intraprendere un lungo viaggio per andare in vacanza. Il check dovrebbe prevedere un controllo della pressione e del profilo degli pneumatici e dei liquidi (olio motore, olio dei freni, acqua dei tergicristalli, liquido di raffreddamento, AdBlue) e una verifica di luci, batteria, tergicristalli e tubi di raccordo.

CONSIGLIO 2: CARICARE L’AUTO IN MODO CORRETTO


L’idea di mettere in valigia tutti gli effetti personali preferiti è davvero allettante: dopo tutto l’auto è estremamente capiente e non ha limiti di peso per le valigie. Tuttavia, anche nelle familiari più grandi lo spazio a disposizione non è illimitato ed è necessario rispettare il limite di peso consentito. In caso di dubbi, è sempre meglio pesare in anticipo i bagagli da caricare. Riflettete con attenzione su cosa vi serve davvero durante le vacanze e poi caricate le valigie in modo intelligente. La regola principale è quella di riporre i bagagli pesanti vicino allo schienale del sedile posteriore e nella parte inferiore del bagagliaio. In questo modo, il baricentro del veicolo si mantiene basso e il comportamento in curva risulta meno influenzato. Ricordatevi anche quello che avete messo in ciascuna valigia. Soprattutto durante i viaggi a lunga percorrenza è consigliabile tenere le cose importanti a portata di mano. Fate un controllo del carico:


  • Avete riposto tutto nel bagagliaio anziché sul sedile posteriore?
  • Il peso del carico è ripartito in modo omogeneo su entrambi i lati della vettura?
  • La visuale del conducente è libera su tutti i lati?
  • La cappelliera è libera per evitare che niente voli all’interno dell’auto in caso di frenata o durante una manovra brusca?
  • Avete installato una rete portabagagli o rete di sicurezza se caricate anche oltre il bordo superiore del sedile posteriore?
  • Avete stivato gli oggetti taglienti nel modo più trasversale possibile rispetto alla direzione di marcia e li avete anche imbottiti?
  • Il triangolo, i giubbotti catarifrangenti e il kit di pronto soccorso sono a portata di mano?


C’è tutto? Dopo aver caricato l’auto, verificate ancora una volta la regolazione dei fari e la pressione degli pneumatici.


Importante: un veicolo a pieno carico ha una capacità di reazione inferiore, anche in frenata. Se avete un portapacchi sul tetto, anche il comportamento in curva cambia e l’auto può diventare più instabile. Guidate dunque con molta cautela, evitate frenate brusche e affrontate le curve a una velocità ridotta.

CONSIGLIO 3: FARMACIA DA VIAGGIO


Soprattutto nei bambini, durante i lunghi viaggi, possono a volte insorgere nausea e vomito. Potete preparavi anche a questa evenienza portando con voi delle compresse contro il mal d’auto. Riponetele in un punto dell’auto facilmente accessibile o nella vostra farmacia da viaggio. Per prevenire il mal d’auto, bisognerebbe assumere le compresse antinausea in via preventiva poco prima dell’inizio del viaggio e poi di nuovo un paio d’ore dopo (leggere il foglietto illustrativo). A prescindere da ciò, dovreste avere con voi una farmacia da viaggio da utilizzare in caso di necessità e che contenga farmaci ad assunzione giornaliera, bende, termometro, antipiretici e antidolorifici, spray disinfettante, prodotti per la medicazione e repellente antizanzare. Nella farmacia da viaggio vanno messi anche eventuali farmaci specifici che possono essere necessari nel paese di destinazione. Il medico o il pediatra saranno di certo lieti di fornirvi consigli al riguardo. Considerato che, durante i viaggi a lunga percorrenza intrapresi d’estate in auto può fare molto caldo, è meglio conservare la farmacia da viaggio nel frigorifero portatile o inserire dei siberini all’interno della borsa dei farmaci.


L’ultima cosa di cui avete bisogno è un’auto in panne durante il lungo tragitto che vi porta sul luogo delle vacanze. Ci si augura che non accada mai, eppure è un’evenienza che si verifica non di rado. I motivi per i quali può capitare un guasto sono molteplici: difetti all’impianto elettrico, serbatoio vuoto, batteria dell’auto che non vuole saperne di funzionare o uno pneumatico sgonfio. Naturalmente non potete attrezzarvi contro tutti i rischi, ma un paio di strumenti preziosi possono aiutarvi a non perdere troppo tempo. Tra questi troviamo, ad esempio, cavi di accensione, caricabatterie o sigillapneumatici. Date un’occhiata nell’online shop e scoprite ciò che potrebbe servirvi.



CONSIGLIO 4: EVITATE GLI ORARI DI PUNTA / PIANIFICATE L’ORARIO DI PARTENZA


Tutto pronto e caricato: allora si può partire, vero? Meglio di no. Anche la partenza va pianificata in modo adeguato. Le seguenti domande possono esservi d’aiuto: Qual è la strada migliore? Dove sono presenti eventuali lavori in corso? Quali agglomerati urbani si trovano sul tragitto? Sono presenti interruzioni viarie? Quanto traffico è previsto? Quali piazzole di sosta e per picnic si trovano sulla strada? Avete appuntamenti da rispettare come collegamenti marittimi o orari di check-in? Una volta aver risposto alle domande, siete pronti per iniziare il vostro viaggio. Partire di mattina presto, dopo la fase di sonno profondo, intorno alle tre o alle quattro è invitante, dato che la maggior parte dei vacanzieri si mette in moto solo dopo colazione e il traffico generale è poco intenso prima delle sette. Se si devono percorrere molti chilometri, però, questo calcolo si rivela inefficace, perché ad un certo punto del tragitto ci si ritrova immersi nel traffico abituale. I viaggi notturni rappresentano una buona alternativa se riuscite a guidare bene anche di notte e il buio non vi dà fastidio agli occhi né vi deconcentra. Non guidate di notte se siete stanchi o avete sonno. È sconsigliato inoltre intraprendere un lungo viaggio di notte dopo una serata di baldoria. In linea generale, un viaggio in auto di lunga durata con i bambini è più rilassante se non stravolgete il loro ritmo abituale. A tal proposito, è spesso indicato un viaggio notturno parziale.

CONSIGLIO 5: PREVEDERE PAUSE E FERMATE INTERMEDIE


«Quando arriviamo?» Chiunque faccia viaggi lunghi in auto con i bambini conosce bene questa domanda, che arriva puntuale dal sedile posteriore. Che viaggiate con o senza bambini, prevedete una pausa ogni due o tre ore durante il lungo tragitto. Dopo una boccata d’aria fresca, una breve camminata per sgranchire le gambe e un piccolo snack si è pronti per riprendere il viaggio con rinnovato entusiasmo e il guidatore può rimettersi al volate verso la meta con maggiore concentrazione. Sia per i tragitti diurni che per quelli notturni vale allo stesso modo il seguente consiglio: al primo sintomo di sonnolenza fermarsi appena se ne ha l’occasione. Senza indugiare. L’ideale sarebbe pianificare il viaggio in auto lasciando un ampio margine di tempo, in questo modo non vi sentirete sotto pressione nel caso in cui dobbiate ritirare le chiavi dell’appartamento delle vostre vacanze o prendere un traghetto a un orario prestabilito.



CONSIGLIO 6: PORTARE CON SÉ DELLE PROVVISTE


Durante un viaggio lungo, è consigliabile consumare piccoli snack leggeri, come frutta, verdura, frutta secca e noci, barrette ai cereali e panini imbottiti o crackers. Dovreste invece evitare di mangiare troppi dolci e cibi appiccicosi. Anche per le bevande, preferite l’acqua alla limonata. Bere molto è fondamentale. Gli snack giusti, conservati al fresco in una borsa frigo, portano il buonumore e vi fanno risparmiare la sosta nell’area di servizio. Un avvertimento: bevete le bibite energetiche con cautela. Queste infatti forniscono una carica di energia immediata ma di breve durata, e il calo di prestazione che ne consegue è ancora più pronunciato.


Se non volete rinunciare a bevande e snack freschi anche in viaggio, non potete fare a meno di portare con voi una borsa frigo, molto pratica soprattutto per viaggi lunghi e utile per risparmiare le varie soste nelle aree di servizio. E quando vi fermate per un piacevole picnic potete inoltre approfittarne per respirare aria fresca e fare un po’ di movimento.



CONSIGLIO 7: ABBIGLIAMENTO COMODO E LEGGERO


Se si rimane molto tempo seduti in auto, è importante indossare abiti comodi. E fin qui ci siamo. Ma cosa significa esattamente? I tessuti più adatti sono quelli traspiranti, realizzati con fibre naturali, che non vi faranno sudare tanto anche durante i lunghi viaggi. Indossare pantaloni comodi e larghi vi aiuterà, inoltre, a prevenire la ritenzione idrica nelle gambe. Se viaggiate con il climatizzatore acceso, vi conviene indossare magliette a maniche lunghe o tenere un foulard al collo, altrimenti rischiate di prendervi un raffreddore a causa della corrente d’aria. Chi si reca in regioni fredde, ha già con sé l’abbigliamento adatto per stare all’aria aperta. Le infradito sono sconsigliate anche con le alte temperature, per viaggi sia brevi che lunghi. Con indosso questo tipo di calzatura, infatti, il piede può scivolare via dal pedale del freno, rischiando di causare un incidente. Indossate calzature leggere e ben aderenti che vi offrano il massimo comfort. Naturalmente non possono mancare gli occhiali da sole e da vista, per garantire una visibilità ottimale.

CONSIGLIO 8: VIAGGIARE IN TUTTA COMODITÀ


Prima di mettervi comodi nella vostra auto, sottoponete il mezzo di trasporto che vi porterà in vacanza a una pulizia accurata. All’interno di una vettura appena pulita, vi sentirete subito maggiormente a vostro agio anche durante viaggi lunghi. E naturalmente non possono mancare anche peluche, copertina e cuscini. Se viaggiate di notte con i bambini, ricordatevi anche di portare una coperta che li tenga al caldo e loro vi ringrazieranno con un lungo sonno. Anche per gli adulti sono disponibili pratici aiuti che aumentano il comfort in auto e rendono i viaggi lunghi più sopportabili. Il modo migliore per proteggere la schiena è usare un supporto lombare. I coprisedili ergonomici sono particolarmente adatti per la zona lombare. Se guidate con l’aria condizionata accesa, dovreste impostarla in modo tale che la temperatura interna sia inferiore a quella esterna di non oltre sei gradi. È importante prevedere una protezione contro i raggi UV per i passeggeri che viaggiano sui sedili posteriori, soprattutto per i neonati e i bambini. Una tenda a rullo o una tendina parasole con ventose fa entrare meno caldo all’interno dell’abitacolo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



CONSIGLIO 9: PENSARE ALL’INTRATTENIMENTO


Chi passa tante ore in auto vuole ovviamente trascorre il tempo in modo piacevole. Divertenti giochi da viaggio, la musica preferita, film emozionanti o podcast interessanti e audiolibri aiutano a combattere la noia tra i passeggeri grandi e piccoli. Per i bambini sono perfetti anche album da colorare, libri e giochi di carte. Organizzate il programma di intrattenimento per i vostri passeggeri prima della partenza. Verificate pertanto di avere a disposizione gli strumenti necessari, quali ad esempio un supporto per il tablet, dei tavoli pieghevoli e degli accessori multimediali.

CONSIGLIO 10: SUPPORTO TECNICO


Oggigiorno guidare verso destinazioni sconosciute senza navigatore è inconcepibile. Impostate il vostro navigatore in modo appropriato prima di mettervi in viaggio. Vi conviene aggiornare le mappe preesistenti per evitare arrabbiature inutili. Suggerimento: oltre al navigatore, dovreste portare con voi anche una mappa stradale aggiornata. Quando si tratta di trovare percorsi alternativi, una mappa è molto più efficiente di un piccolo schermo. Anche l’autoradio e gli altoparlanti funzionano correttamente? Verificatelo. Vi serviranno per ottenere informazioni sugli ingorghi stradali e per intrattenere voi e i vostri passeggeri. A proposito di intrattenimento: cosa ne pensate di una piacevole serata DVD con un lettore portatile? I vostri bambini ne saranno davvero entusiasti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


CONSIGLIO 11: TENERE A PORTATA DI MANO DOCUMENTI, NUMERI DI EMERGENZA E MONETE


Durante i viaggi in auto non potete evitare un po’ di burocrazia. I passeggeri a bordo, a prescindere dall’età, hanno tutti un passaporto in corso di validità? La patente del guidatore è valida in tutti i paesi che attraverserete? La «carta verde» è nell’auto? Anche il neonato ha bisogno di un passaporto ufficiale. La patente di guida internazionale non è richiesta nella maggior parte dei paesi europei. Tuttavia, prima di intraprendere il viaggio, è meglio chiedere conferma presso l’autorità competente dello stato che avete intenzione di visitare o attraversare. La «carta verde» serve a certificare che la vostra auto dispone di un’assicurazione di responsabilità civile valida, mentre la licenza di circolazione indica che il veicolo appartiene effettivamente a voi. Nessuno ovviamente si augura che accada un incidente. Tuttavia, dovreste portarvi appresso un verbale degli incidenti. Potete ottenere tale documento dalla vostra assicurazione della responsabilità civile per l’auto. Per i servizi igienici e i pedaggi, tenete pronta qualche moneta nella valuta giusta.


Ricapitolando, dovreste tenere sempre a portata di mano i seguenti documenti:

  • Passaporti di tutti i viaggiatori
  • Patente di guida
  • Carta verde
  • Licenza di circolazione
  • Verbale degli incidenti
  • Monete nella valuta straniera


Vi conviene memorizzare i numeri di servizio e di emergenza principali sul vostro cellulare, così da poterli avere sempre subito a disposizione. Fate delle fotocopie dei documenti più importanti e conservatele separate dagli originali. In questo modo, potrete comunque essere identificati anche in caso di smarrimento o furto dei documenti originali.

CONSIGLIO 12: CONOSCERE LE NORME SUL TRAFFICO


Paese che vai, usanza che trovi. Se con la vostra auto superate i confini di una nazione, dovreste conoscere le norme che regolano la circolazione stradale del paese che visitate. Prima di partire, informatevi sulle normative vigenti. Vi risparmierete così parecchie seccature con la polizia e multe salate, che di solito sono da pagare in contanti direttamente agli agenti. Il più delle volte conviene pagare senza esitazione per evitare difficoltà quando si entra di nuovo nel paese in questione o l’iscrizione nel sistema di ricerca di tale paese. Oltre ai limiti di velocità dovreste anche sapere quali sono gli articoli di sicurezza obbligatori, dove sono richiesti i bollini ambientali e qual è il limite di alcolemia. L’adesivo CH è obbligatorio ovunque.

Viaggio in auto

LISTA DI CONTROLLO PER ANDARE IN VACANZA IN AUTO SENZA PENSIERI

per saperne di più


Ecco come far volare il tempo in auto: 7 idee per far giocare i bambini


Semplici giochi per ingannare il tempo aiutano a combattere la noia sul sedile posteriore, perché più i bambini sono impegnati, più veloce scorre il tempo durante un lungo viaggio in auto. Insieme ai bambini con un’età che va dalla scuola dell’infanzia in su potete fare indovinelli o giocare a memory. Trovate una selezione qui:


«Nella mia valigia metto...»

Il primo giocatore inizia a elencare l’oggetto che ha messo nella sua valigia. Quello successivo deve ripetere l’oggetto detto dal primo e aggiungerne uno suo. Il giocatore che viene dopo nomina l’oggetto detto dal primo e dal secondo e ne dice un altro a sua volta. Si va avanti così fino a quando non si devono ripetere molte parole in successione. Il gioco termina quando uno dei giocatori non è più in grado di elencare tutti gli oggetti nell’ordine corretto.


Indovina la targa

Da dove vengono le altre auto che sono in strada? Cercate di indovinare insieme cosa stanno a significare le abbreviazioni sulle targhe. È utile avere con sé un atlante automobilistico o, in caso di dubbio, consultare il cellulare.


Colore preferito

Ognuno dice il proprio colore preferito. E poi bisogna trovare oggetti di quel colore. Vince la persona che trova più cose del suo colore preferito.


Parole composte / catena di parole

Il primo giocatore dice una parola composta da due parole, il giocatore successivo deve iniziare una nuova parola composta con la seconda parte di quella detta dalla persona prima di lui, ad esempio sottosopra, soprattutto, tuttofare ecc.


Sequenza di lettere

Uno di voi inizia con la prima parola. Il secondo deve ora trovare una parola che inizia con l’ultima lettera della parola del giocatore precedente. E si va avanti in questo modo. L’ultima lettera diventa la prima della parola successiva. Questo è un gioco che diverte tutti.


L’ora della favola

È necessaria la creatività. Inventate una storia insieme. Uno di voi inizia con una frase e gli altri passeggeri continuano la storia aggiungendo sempre una nuova frase. I giocatori si susseguono uno dopo l’altro. In questo modo è possibile inventare storie piacevoli e divertenti.


«Chi sono?»

In questo gioco dovete indovinare animali o persone. Uno di voi pensa a un animale o a una persona. Gli altri cercano di scoprire chi o cosa sia con delle domande. È possibile rispondere alle domande solo con «sì» e «no». Se la risposta è sì, il giocatore che ha fatto la domanda può farne un’altra. Quando la risposta è «no» il tuo turno passa al giocatore successivo. Chi indovinerà per primo?

Equipaggiamento

PARTIRE IN AUTO PER LE VACANZE: AVETE PENSATO PROPRIO A TUTTO?

per saperne di più