JUMBO Logo

È successo un piccolo disastro: chi ha versato il caffellatte sul prezioso tappeto orientale? Oh no! Il sugo degli spaghetti si è rovesciato sulla moquette! Che fare? Youdoo vi fornisce consigli utili per eliminare definitivamente le fastidiose macchie.

17 dicembre 2018 | Laurent Seematter



Intervento immediato, risultato assicurato

I tappeti conferiscono al soggiorno e alle stanze da lavoro un’atmosfera accogliente – naturalmente finché sono immacolati. Prima di utilizzare qualsiasi detergente, è necessario innanzitutto rimuovere immediatamente il «corpo estraneo» in superficie o tamponare il liquido con un panno o della carta da cucina puliti. Attenzione: non bisogna assolutamente strofinare! E se vi è caduta della cera dovete aspettare che sia solidificata. La scelta della tecnica giusta dipende inoltre dal tessuto: i tappeti orientali e di lana vanno trattati con estrema cautela. Dopo la pulizia con il detergente più adatto (v. sotto) asciugate eventualmente il punto incriminato con un phon a bassa temperatura. Se necessario potete ravvivare il pelo del tappeto con una spazzola per abiti. 

Siete stati previdenti e avete in casa l’efficace smacchiatore per tappeti di Mellerud. Un prodotto che non stinge, irrinunciabile contro le macchie su tessuti, tappeti o rivestimenti di imbottiti.

Detersivo, aceto, alcol o soluzione con ammoniaca?

Per eliminare le macchie organiche come succo, caffè, vino o sangue consigliamo innanzitutto di trattarle con una soluzione saponata delicata (detersivo per piatti o detergente) o aceto. Nel caso di macchie ostinate può essere necessario utilizzare prodotti più aggressivi come una soluzione a base di ammoniaca. In questo caso essendo un detergente corrosivo dovete assolutamente indossare i guanti e proteggere gli occhi dagli schizzi. Eliminare le macchie richiede una certa sensibilità: per evitare brutte sorprese, ad esempio lo scolorimento del tessuto, provate prima il prodotto su un punto nascosto. Buon lavoro con i nostri consigli di pulizia fai da te! 

Da Asfalto a vino: tutto torna pulito!

A – asfalto: inumidire un panno di cotone non colorato con un solvente delicato e tamponare delicatamente la macchia. Ripetere l’operazione finché la macchia è sparita.


C – cera: niente panico: anche questa macchia si può eliminare. L’importante è far solidificare la cera (utilizzate un ghiacciolino o dei cubetti di ghiaccio per accelerare il processo). Grattate via con cura la cera indurita con un coltello affilato. Per rimuovere i residui, mettete della carta da cucina o carta assorbente sul punto interessato e passate il ferro da stiro a temperatura media. Non tenete il ferro fermo sul punto ma muovetelo avanti e indietro per evitare bruciature sul tappeto. Attenzione: il calore può danneggiare un tappeto in materiale sintetico!


C – colla: impregnate un panno con dell’aceto o dell’alcol e tamponate la macchia. Dopo che la colla si è sciolta, potete strofinare con cautela.


F – fuliggine: mai trattare una macchia di fuliggine facendo pressione: penetrerebbe ancora di più nelle fibre del tappetto. Aspirate con cura le tracce nere con l’aspirapolvere senza appoggiare il beccuccio sul tappeto.


G – gomma americana: fate indurire il chewing gum con dei cubetti di ghiaccio e rimuovetelo delicatamente dal tappeto. Potete eliminare i residui con uno smacchiatore.


L – lucido per scarpe: rimuovete i resti del lucido da scarpe prima di trattare con cautela la macchia con uno straccio inumidito di detersivo. Se la macchia persiste provate a tamponarla con una soluzione a base di ammoniaca diluita. Come trattamento finale si consiglia una soluzione delicata a base di aceto. Infine asciugate il tutto.


M – macchie organiche (coca cola, gelato, succo di frutta, ketchup, cioccolato, senape, latte ecc.): se la macchia resiste anche a un normale detergente, provate con una soluzione piuttosto diluita a base di ammoniaca. Alla fine asciugate sempre il punto incriminato.


O – olio: impregnate un panno con del detersivo per piatti e trattate con cautela la macchia. Asciugate con cura. La macchia non è sparita? Provate con una soluzione delicata a base di aceto.


R – rossetto: il rossetto aperto è caduto per terra! Non disperate … rimuovete con cautela le tracce dal tappeto. Inumidite un panno con dell’alcol e tamponate immediatamente la macchia. Potete anche spruzzare della lacca per capelli. Infine asciugate la superficie trattata con un panno umido e caldo.


S – sangue: asciugate immediatamente le macchie di sangue con della carta da cucina o un panno. Versate poi dell’acqua fredda e del detersivo su uno straccio e tamponate delicatamente il punto interessato. Se la macchia persiste intervenite con una soluzione a base di ammoniaca piuttosto diluita. Se il sangue è già rappreso trattate la macchia dapprima con acqua tiepida.


S – smalto: grattate via immediatamente la macchia indurita. Inumidite un panno con dell’acetone e tamponate la macchia ostinata fino ad eliminarla. Infine asciugate.


T – tè/caffè: in questo caso la faccenda si complica. Ma forse i rimedi della nonna possono essere utili. Asciugate immediatamente la macchia e trattatela con una soluzione delicata a base di aceto o succo di limone. Se la macchia di caffè è già asciutta può aiutare l’alcol o il detergente per i vetri. Contro le macchie di tè ostinate passate sul tappeto una spugna con della schiuma da barba, lasciate agire e tamponate con acqua pulita.


V – vino: rimuovete il liquido con della carta da cucina e poi versate sulla macchia del sale da cucina. Lasciate agire e rimuovete il sale. Se le tracce di vino sono ancora visibili, trattate la macchia con una soluzione saponata. Nei casi più ostinati può essere utile anche un detergente per vetri a base alcolica: spruzzatelo sulla macchia, lasciate agire e tamponate con un panno pulito.

Potrebbero interessarvi anche questi articoli

Eliminare i danni e consegnare l’appartamento in buono stato

più

Con la tua idropulitrice contro ogni tipo di sporco

più

Muffa addio!

più

Pulire casa prima del trasloco: che tipi siete?

più

Voci correlate

Prodotti interessanti