JUMBO Logo

Posare il laminato da soli è davvero semplicissimo, soprattutto con le istruzioni passo per passo di JUMBO. Grazie a questa descrizione chiara e precisa, non dovreste incontrare alcuna difficoltà. Imparerete anche a destreggiarvi facilmente tra telai di porte e tubi del riscaldamento. La posa del laminato risulterà semplice da realizzare proprio come spiegato.

Installare un pavimento in laminato in 12 passaggi Foto e video pratici vi mostrano come procedere per raggiungere il vostro obiettivo senza difficoltà. E poiché ciò non è possibile senza lo strumento di posa giusto, scoprirete anche quali sono gli strumenti da utilizzare per ogni passaggio. Rimarrete davvero sorpresi nel vedere quanto si proceda in fretta con l’attrezzo giusto. Con un semplice clic inserite nel carrello lo strumento che vi serve: in pochissimo tempo arriverà a casa vostra e potrete iniziare con i lavori.

Punto 1: preparare i pannelli in laminato

LASCIARE ACCLIMATARE IL LAMINATO PER 24 ORE

Il laminato deve adattarsi alla temperatura della stanza e all’umidità l’aria. Prima della posa, il laminato ha bisogno di almeno 24 ore di tempo per acclimatarsi. Lasciate il materiale disimballato al centro della stanza a una temperatura minima di 18°, con un tasso di umidità che va dal 50% al 70% massimo, in modo che possa adattarsi al clima della stanza. Nota: il sottofondo sul quale desiderate posare il laminato deve essere piano, sufficientemente solido, pulito e asciutto.

Punto 2: applicare la barriera al vapore

ECCEZIONALE PROTEZIONE DALL’UMIDITÀ

Se volete posare il laminato direttamente sul massetto o avete il riscaldamento a pavimento, è assolutamente necessario munirvi di una barriera al vapore. Si tratta di una pellicola in PE di 0,2 mm di spessore che si applica all’intera superficie e protegge dall’umidità. Srotolate la membrana isolante in direzione longitudinale rispetto al laminato, facendola sporgere di 4 mm sulla parete. Sovrapponete i fogli della pellicola formando uno spessore di almeno 20/30 cm e fissate i punti di giunzione con del nastro adesivo.

Punto 3: applicare l’isolante acustico anticalpestio

PIÙ TRANQUILLITÀ PER VOI E I VOSTRI VICINI

Applicate poi l’isolante acustico anticalpestio seguendo le istruzioni del singolo produttore. Riducendo al minimo il rumore, l’isolante acustico anticalpestio garantisce un eccezionale comfort abitativo ed è essenziale per pavimenti flottanti come il laminato. Se il pavimento dispone già di tale rivestimento, tralasciate questo passaggio. Nota: JUMBO offre un’ampia scelta di isolanti acustici anticalpestio con barriera al vapore integrata, grazie ai quali potrete risparmiare tempo in fase di posa.

Punto 4: posare la prima fila di laminato

POSARE IL LAMINATO IN LINEA CON LA DIREZIONE DI INGRESSO DELLA LUCE

Le fughe risulteranno meno visibili se posate il lato lungo dei pannelli in direzione parallela a quella di ingresso della luce nella stanza. Orientatevi verso le fonti di luce maggiori, quali ad esempio la finestra principale. Iniziate posando i pannelli nell’angolo sinistro della stanza, cioè nel punto in cui l’angolatura è minore. Agganciate la prima fila di pannelli insieme alle estremità e poi spingetela completamente contro la parete. Prestate attenzione al giunto di dilatazione. È consigliabile mantenere una distanza di 10 mm tra la parete e l’asse del pavimento, o altrimenti seguire le istruzioni del produttore. Il giunto di dilatazione consente al laminato di espandersi in caso di umidità o di restringersi quando è asciutto. Questo tipo di pavimento viene sempre posato con metodo flottante, ciò significa che le assi del pavimento in laminato non vengono incollate al sottofondo. Procedete allo stesso modo anche con la seconda fila di pannelli. Assicuratevi di posare il giunto trasversale lasciando uno spazio di almeno 30 cm.

Punto 5: accorciare i pannelli in laminato

MEGLIO USARE UN TAGLIERINO PER LAMINATO

Di solito è necessario tagliare l’ultimo pannello della fila. Posizionate un’asse con la linguetta contro la linguetta della fila di assi già disposta. Non dimenticatevi di lasciare la fuga di dilatazione necessaria tra parete e pavimento. Ora posizionate una squadra sull’asse, allineatela al bordo della fila e tracciate il punto di taglio con una matita. Il modo più semplice per tagliare le assi è usare un taglierino per laminato. Per motivi di stabilità, l’ultimo pannello dovrebbe essere lungo almeno 50 cm. I pezzi restanti con una lunghezza di almeno 40 cm possono essere impiegati per iniziare a posare la seconda fila di assi.

Punto 6: garantire la presenza della fuga di dilatazione

Cunei universali: pratici aiutanti

I cosiddetti cunei universali rendono l’esecuzione della fuga di dilatazione davvero semplice. Una volta disposta la prima fila di assi, questi strumenti vi aiutano a mantenere la giusta distanza tra pannello e parete. Ciò che rende speciali i cunei è che possono essere uniti tra loro tramite un binario di guida e, grazie alla griglia, è possibile collegare più cunei in base allo spessore desiderato. Una volta inseriti l’uno nell’altro e regolati, i cunei mantengono la posizione e lo spessore. Si consiglia di posizionare due cunei di questo tipo su ogni giuntura.

Punto 7: accorciare i telai delle porte

LE RIFINITURE SONO NECESSARIE

Per avere soglie pulite, è necessario accorciare i telai delle porte in base allo spessore delle assi. A tale scopo, prendete un pezzo residuo del laminato e posizionatelo davanti al telaio della porta. Ora passate una sega fine con impugnatura ricurva sopra l’asse fino a segare completamente il telaio della porta. Infine, fate gli ultimi ritocchi con lo scalpello da legno a seconda della necessità.


Suggerimento: le seghe fini di Wolfcraft sono adatte per destrorsi e mancini.

Punto 8: scegliere l’angolazione giusta

TENERE LA GUIDA ANGOLARE A PORTATA DI MANO

Non tutti gli angoli hanno un’angolazione perfetta di 90°. Una guida angolare vi aiuta a ottenere l’angolazione giusta. Con la guida di Wolfcraft potrete misurare gli angoli fra le pareti da 30 a 180° in tutta semplicità. Spingete la guida angolare sulla parete, allineate e fissate l’angolo. Infine, tracciate la direzione di taglio sull’asse in laminato con una matita con la matita e tagliatela con l’apposito taglierino.

Punto 9: compattare il laminato

Qui vi serve il martello

Con alcuni sistemi a clic è necessario apportare degli adattamenti con martello e leva di ferro per evitare di lasciare spazi tra i pannelli. In questo caso si utilizzano martello e blocco di battuta in legno. Il blocco di battuta serve a trasmettere la forza del colpo di martello sul bordo del laminato in modo uniforme. Con pochi colpi mirati, il laminato risulta perfettamente compattato. In alternativa, potete utilizzare una leva di ferro a martello che combina le funzioni di martello, leva di ferro e blocco di battuta in un unico strumento.

Punto 10: posare l’ultima fila di pannelli

NON DEVE ESSERE PIÙ SOTTILE DI 5 CM

Per l’ultima fila, è spesso necessario tagliare i pannelli in senso longitudinale. Prima però dovete misurare l’ultima fila. Con un adattatore per laminati otterrete un risultato preciso in modo semplice. La fila non dovrebbe essere più stretta di 5 cm. Assicuratevi di lasciare anche in questo caso un fuga di dilatazione di 10 mm. Se contrassegnate l’ultima fila con l’adattatore, non dovrete preoccuparvi della fuga di dilatazione, visto che lo strumento la considera in automatico. Anche eventuali irregolarità presenti sulla parete vengono registrate con esattezza dall’adattatore. Con una leva di ferro a martello otterrete un risultato finale pulito senza spazi tra un’asse e l’altra.

Punto 11: calibro per contorni

GESTIRE I TUBI DEL RISCALDAMENTO IN TUTTA SEMPLICITÀ

Il calibro per contorni vi aiuta a non sudare freddo vicino ai tubi del riscaldamento. Con questo strumento potete prendere la posizione dei tubi di riscaldamento in modo facile e veloce, trasferendola poi sull’asse. Non vi resta che tagliare le assi, unirle con un clic e il gioco è fatto. Allo stesso modo tagliate i pezzi di laminato da posizionare dietro i tubi. Potete coprire i fori del trapano con una rosetta.

Punto 12: applicare il battiscopa

AIUTATEVI CON RAPPORTATORE ANGOLARE E TAGLIA CORNICI

Il pavimento in laminato è posato in quattro e quattr’otto. Ora potete rimuovere i cunei. La bisellatura, ovvero il taglio obliquo dei battiscopa, è un po’ difficoltosa, ma con un rapportatore angolare e taglia cornici la realizzate in men che non si dica. Posizionate il rapportatore nell’angolo della stanza fino a quando entrambe le aste non sono fissate saldamente al muro. Bloccatele entrambe con la vite di bloccaggio. Quindi posizionate i battiscopa nella superficie di guida dell’asta sinistra e destra del rapportatore angolare e del taglia cornici preimpostati. Ora vi basta una sega sottile per tagliare i battiscopa. Attaccate infine i battiscopa al muro e il gioco è fatto. Potrete ottenere un montaggio invisibile usando le clip di montaggio oppure optare per il collegamento a vite visibile.

VIDEO ESPLICATIVO: ECCO COME POSARE IL VOSTRO PAVIMENTO IN LAMINATO NEL MODO GIUSTO


Lista di controllo: Materiale


• Assi di laminato

• Barriera al vapore

• Isolamento acustico anticalpestio

• Nastro adesivo

• Battiscopa

• Angoli esterni

• Angoli interni

• Eventualmente barre di giunzione

• Eventualmente rosette (per rivestire i tubi del riscaldamento)


Lista di controllo: Utensile per installazione


• Barra raddrizzatrice e livella a bolla d’aria (per verificare la presenza di eventuali irregolarità della superficie)

• Taglierino per laminato e vinile o sega circolare a mano/seghetto alternativo

• Cunei/cunei universali

• Adattatore per laminato

• Calibro per contorni

• Rapportatore angolare + taglia cornici (per applicare Il battiscopa)

• Sega fine a gomito

• Metro a stecche

• Matita


Service Total: Servizio di posa


Professionale. Accurato. A casa vostra.

I nostri artigiani eseguono la posa del vostro pavimento in parquet, laminato, moquette e pavimenti di design, nonché il rivestimento CV in modo professionale e direttamente a casa vostra. Maggiori informazioni


Calcolatore di prezzo online

Con l’aiuto del calcolatore di prezzo online, calcolate ora il prezzo indicativo non vincolante.