logo

Cura delle piante

Rinnovate il prato per la prossima stagione

L’autunno è il periodo migliore per molti interventi sul vostro prato. Approfittate della stagione più fresca per rivitalizzare la vostra superficie verde. Vi mostriamo come fare in cinque mosse.

23 agosto 2016  |  Patrick Steinemann


Settembre: la calda estate è finita, le sdraio e l’ombrellone ormai vengono utilizzati molto meno. Adesso è il momento giusto per sottoporre il prato esausto a una cura rigenerante. Il terreno ha una buona temperatura di base e si secca meno. Inoltre il prato ha tempo per rigenerarsi prima dell’inizio della prossima stagione.


Un bel prato in cinque mosse

Fase 1: Combattere le erbacce e rasare il prato

Se il vostro prato presenta molte erbacce, prima di passare alle fasi successive eliminatele con un erbicida. Il motivo: le erbacce hanno più «massa fogliare» e riescono ad assorbire meglio le sostanze che quindi risultano più efficaci. Rasate il prato il più basso possibile e rimuovete completamente l’erba tagliata. In questo modo create le migliori condizioni affinché l’erba novella possa crescere al meglio.

Fase 2: aerare e pulire

Muschio ed erbacce devono essere eliminati dal prato: con un arieggiatore manuale o a motore «scarificate» il terreno e rimuovete il feltro erboso. Per un risultato ottimale fate due passate: una per il lungo e l’altra per il largo. L’effetto collaterale positivo di questo trattamento: il terreno viene arieggiato ed è in grado di assorbire una percentuale maggiore di ossigeno. Alla fine rastrellate e livellate i dislivelli maggiori con del terriccio per prato.

Fase 3: concimare e seminare

Il passo successivo è concimare: spargete innanzitutto un concime starter e poi i semi per il prato. Prestate attenzione al giusto dosaggio del concime e a una distribuzione regolare dei semi. Per le superfici più ampie potete utilizzare uno spargiconcime. Anche in questo caso, per avere un prato di spessore uniforme, effettuate due passate, cambiando direzione: il concime nel senso della lunghezza e i semi in quello della larghezza.

Fase 4: coprire

Gli uccelli adorano i semi freschi: perciò si consiglia di coprire la semenza con del terriccio per prato o un substrato. Distribuitene uno strato spesso al massimo cinque millimetri. In questo modo proteggete i semi anche dal rischio che siano portati via dall’eccessiva pioggia e migliorate le caratteristiche fisiche del terreno: le irregolarità vengono livellate, la cotica erbosa viene ben legata e la permeabilità migliora. Anziché il terriccio per prato potete utilizzare anche sabbia di quarzo. Evitate invece i terricci ricchi di legno e radici: gli acidi tannici che contengono impedirebbero all’erba novella di germinare.

Fase 5: innaffiare

Infine serve molta acqua: innaffiate accuratamente l’intera superficie seminata con un diffusore fine. Per germogliare bene, nelle prime tre-quattro settimane i semi non dovrebbero asciugarsi. Quindi se il tempo è asciutto li dovrete innaffiare più volte al giorno.

Tutto ciò che c’è per la stagione da trascorrere in giardino
Catalogo: Speciale Giardino

Tutto ciò che c’è per la stagione da trascorrere in giardino

Dopo una settimana dal terreno spuntano i primi fili d’erba di un verde delicato – il segno che il vostro lavoro sta per essere ripagato e un raggio di luce nelle giornate autunnali che si accorciano. La prossima primavera è pronta per sbocciare dietro la porta.

Concime, tipo di rasatura, attrezzi e cura

  • Il prato va concimato non solo dopo una nuova semina, ma anche da tre a cinque volte l’anno con un concime a lunga durata. Evitate di concimare quando fa molto caldo e innaffiate il prato se non è prevista pioggia.
  • Esistono diversi tipi di prato, da scegliere a seconda della posizione e del tipo di utilizzo. L’offerta è ampia e non avete che l’imbarazzo della scelta: prato di casa, ombreggiato, ornamentale, da gioco e sportivo o un autentico prato all’inglese.
  • Con gli attrezzi giusti praticare il giardinaggio è più facile e il risultato è migliore: ad esempio un trimmer vi permette di curare ogni angolo.
  • La gamma di prodotti per il prato è vasta e non sempre è chiaro quale scegliere. Rivolgetevi quindi al vostro consulente di vendita nella filiale JUMBO più vicina a voi – siamo pronti a consigliarvi e a fornirvi opuscoli e istruzioni!