JUMBO Logo

Voglia di cambiare colore alle pareti? Classico bianco o vivaci e variopinte, ciò che conta è un lavoro accurato. Sarah Fürpass, apprendista di JUMBO, spiega nell'intervista a cosa prestare attenzione durante la tinteggiatura per ottenere un risultato convincente.

Aggiornato, 31 agosto 2019 | Xenia Imbach


Signora Fürpass, quali sono i preparativi indispensabili prima di tinteggiare?

Consiglio di prevedere tempo a sufficienza, in quanto spesso i preparativi richiedono più tempo della tinteggiatura stessa. L'ho imparato durante la mia formazione da JUMBO, quando ho tinteggiato il locale pausa e il corridoio della nostra filiale di Dietlikon. Innanzitutto misurate altezza e lunghezza delle pareti per sapere quanti metri quadrati di colore vi servono. Dopodiché preparate la parete: accertatevi che il fondo sia stabile e prima di iniziare a tinteggiare colmate le piccole crepe e i fori con il kit acrilico. Infine il preparativo più importante: applicare il nastro adesivo di copertura.

Calcolare il consumo di pittura

Il consumo di pittura dipende da un lato dalla superficie calcolata e dall’altro dal sottofondo. Come mostra l’infografica, potete sottrarre finestre e radiatori dai metri quadri. Non dimenticate di calcolare anche il soffitto della stanza, se ha a sua volta bisogno di una rinfrescata. In generale, tenete presente che un sottofondo ruvido assorbe più colore di uno liscio. Calcolando 170 ml per metro quadro, dovreste comunque avere pittura a sufficienza.

Il nastro adesivo per le vostre esigenze

I nastri adesivi di copertura non sono tutti uguali – nella vostra filiale JUMBO trovate diversi tipi di nastri di copertura: TESA propone ad esempio nastri di copertura appositi per pareti a grana grossa oppure uno per le rotondità degli archi delle finestre.


Applicare il nastro di copertura è la cosa più importante?

Esattamente. Applicate bene il nastro adesivo di copertura su tutto ciò che non deve essere pitturato, per ottenere dei bordi precisi ed evitare sbavature di colore. Verificate quindi con attenzione il fondo e procuratevi il nastro di copertura adatto. Regola empirica per applicare il nastro: farlo aderire bene. Per esperienza diretta durante il mio apprendistato: quest'operazione richiede tempo.

Apprendistato da JUMBO

Spirito di squadra, corsi interni e interaziendali come pure diversi lavori pratici aiutano l'apprendista a ottenere maggiore sicurezza nelle proprie capacità nel lavoro quotidiano. Quanto sia importante questa fiducia nei propri mezzi emerge durante l'esame finale pratico, dove due esperti pongono domande ad esempio sull'azienda, sulla conoscenza dell'assortimento e sulla vendita. Scoprite nel dettaglio i vantaggi di un apprendistato da JUMBO sul nostro sito web per apprendisti.


Applicazione del nastro adesivo e copertura – quale materiale consiglia?

Per coprire il pavimento utilizzare un floorliner fissandolo con il nastro adesivo di copertura ai battiscopa. Questo tessuto di copertura da un lato è rivestito, quindi impermeabile, mentre dall'altro assorbe il colore, nel caso si sgoccioli durante la tinteggiatura. Coprire i mobili con una pellicola più sottile.


Per la tinteggiatura vera e propria: quali attrezzi da pittore mi servono oltre ai pennelli?

Per le superfici di grandi dimensioni vale la pena utilizzare un prolungamento telescopico per il rullo, che permette di lavorare senza affaticare la schiena. Inoltre consiglio di utilizzare una griglia per rullo per la vaschetta della pittura, in questo modo non applicate troppo colore mentre tinteggiate.



Per l'acquisto della pittura, quali qualità considerare?

Potere coprente, resa e resistenza. Maggiore è il potere coprente e più elevato è il prezzo. Questo perché il colore contiene più pigmenti e si ottiene quindi un buon risultato con meno passate. La resa ci dice quanti metri quadrati si possono tinteggiare con un secchio. Infine la resistenza: una pittura resistente permette in seguito di sfregare se si deve pulire o togliere macchie dalla parete.

Voci correlate

Prodotti interessanti


Preparativi e tinteggiatura: come procedere?

Il mio suggerimento è di essere in due a tinteggiare la parete: una persona si occupa delle grandi superfici, l'altra dipinge i bordi e gli angoli con un pennello. Se lavorate da soli, pitturate prima i bordi, gli angoli e sopra i battiscopa che avrete prima coperto. Prestate attenzione a stendere il colore con il rullo partendo dall'esterno ed esaurendolo al centro della parete. Successivamente utilizzate il rullo grande – lavorate sempre lontano dalla sorgente luminosa. Per un risultato uniforme vale la regola: stendere il colore, lavorarlo e ripassare, ossia: passare ancora una volta sulla parete con il rullo e pochissimo colore in passate regolari, in questo modo evitate le irregolarità.


Avete bisogno di ulteriori consigli dell’esperto? Allora scaricate il nostro PDF con i suggerimenti sul tema «Rinnovare e dipingere a regola d’arte».

Colori freschi per le vostre mura domestiche

Lasciatevi ispirare anche dal nostro dossier sulle pitture

Al dossier

La pittura ha una data di scadenza?

Questa domanda ha più risposte. La pittura in confezione sigillata si conserva per due anni senza alcun problema in un luogo fresco e buio, come ad esempio la cantina. Potete prolungare la durata della pittura già aperta con l’impiego di una pellicola trasparente, applicandone un pezzo sufficientemente grande sulla superficie della pittura e conservarla così per sei mesi o addirittura per un anno intero.


Il test antimuffa vi dice se la pittura è ancora utilizzabile. Le pitture a base d’acqua sviluppano un odore stantio e possono ammuffire. Anche la consistenza rivela se il prodotto è scaduto: una pittura gommosa non è più utilizzabile.


Riportate a JUMBO i residui di pittura e i prodotti scaduti. Li ricicliamo gratuitamente per voi, anche se non li avete comprati da noi.

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARVI

Decorazione delle pareti con pittura o stencil

più

Dipingere la camera dei bambini

più

Quale colore per ogni stanza?

più

Pareti con foto senza cornici

più