Inizializzare lo scanner di codici a barre...
Nessuna fotocamera disponibile. Assicuratevi che il vostro dispositivo abbia una fotocamera e che le autorizzazioni necessarie siano disponibili nel browser.

Consigli per dipingere le stanze

Nuovo look per le pareti di casa

Qui troverete tanti suggerimenti e istruzioni dettagliate.

Dipingere correttamente le pareti – ecco un’istruzione

Vi siete appena trasferiti in un nuovo appartamento o volete semplicemente ritoccare il colore di casa? In ambedue i casi molte persone vogliono conferire alla propria abitazione un tocco personale. Dipingere una parete da soli di regola non è difficile se si osservano alcuni consigli semplici. Scoprite qui quali sono e cosa occorre osservare esattamente per la tinteggiatura di tappezzeria e intonaco.

Contenuto

Dipingere le pareti correttamente: intonaco o tappezzeria?

Chi preferisce dipingere direttamente l’intonaco interno e non la tappezzeria segue una tendenza che sta riscuotendo sempre maggiore successo. Soprattutto perché nel frattempo esistono diversi tipi di intonaco decorativo per creare delle pareti interne straordinarie. È importante trovare per il proprio intonaco il colore adatto: in presenza di intonaco minerale, come ad esempio, intonaco di calcio, vi consigliamo l’utilizzo di pitture ai silicati. Queste si legano in modo ottimale all’intonaco di calcio e aderiscono bene. Per intonaco di gesso vi consigliamo l’impiego di colori ai silicati a dispersione – non da confondere con la vernice a dispersione, non adatta per la verniciatura su intonaco. Perché la vernice a dispersione soffoca l’intonaco. Vale lo stesso discorso per i colori al lattice: anche questi andrebbero a sigillare la parete. Il tutto si ripercuote in modo negativo sul clima in casa. Non da confondere l’intonaco con quello a frattazzo, la forma più usata ai giorni d’oggi per la finitura di una parete. Per l’intonaco a frattazzo è possibile usare senza problemi vernice a dispersione.

Se desiderate riverniciare un intonaco vecchio, controllare sempre se sulla parete ci sono crepe. Chiuderle con una pasta adatta. In questo modo assicurate un colore bello uniforme sulla parete. Inoltre, per l’intonaco vecchio è consigliabile passare la parete prima della tinteggiatura con una speciale mano di fondo. Questa rinforza e solidifica l’intonaco. Inoltre, occorre assicurarsi che l’intera superficie della parete assorba tanto colore.

Una volta pronti il colore e l’intonaco adatti, si può procedere con la verniciatura. In fin dei conti le regole sono identiche a quelle per la verniciatura di tappezzeria. Ve le spiegheremo qui di seguito. L’unica differenza dell’applicazione di colore su una tappezzeria è che è possibile utilizzare all’uopo anche vernice a dispersione.

Imbiancare una parete: consigli per il colore

Scegliere sempre un colore di buona qualità. Più elevato è il numero di pigmenti contenuto maggiore è il suo effetto coprente. Se non volete utilizzare il bianco ma un altro colore, lo potete comprare già miscelato pronto o lo fate preparare in un negozio specializzato - ad esempio in un centro JUMBO. Oppure preparate voi stessi la vostra tonalità con un colorante. Soprattutto per dipingere con colori grandi superfici, vale a dire se avete bisogno di più secchi, vi consigliamo di farvi preparare il colore da un professionista. Perché altrimenti si corre il rischio che gli accostamenti cromatici risultino leggermente diversi, cosa che è visibile anche sulla parete. 

Dipingere le pareti: un’istruzione per gli appassionati del fai-da-te

Passo 1: prima di verniciare le pareti provvedere alla copertura con nastro adesivo: coprire porte, maniglie, pavimento - tutto quello che va protetto dalle macchie di colore abbondantemente con nastri di copertura, teli, tessuto non tessuto per pittori e simili. Le prese e le lampade non vanno obbligatoriamente ricoperte con nastro, perché possono essere tolte prima della tinteggiatura. Per il pavimento prendere una pellicola grande e fissare i bordi con nastro per mascheratura per non farla scivolare.

Passo 2: preparare tutti gli utensili. Oltre al colore avete bisogno di:

  • pennello
  • rulli (rulli a pelo corto per supporti lisci, rulli a pelo lungo per strutture grossolane)
  • griglia per il dosaggio del colore

Per riverniciare una parete scura occorre prima trattarla con una pittura di fondo - se invece come supporto si ha una tappezzeria, basta utilizzare una vernice a dispersione bianca. Il risultato finale corrisponderà alla tonalità desiderata. Se si tratta invece di un supporto diverso, occorre utilizzare un legante adatto alla superficie da verniciare. Per calcestruzzo o cartongesso è consigliato ad esempio l’utilizzo di un fondo impregnante che assicura un assorbimento uniforme del colore dall’intera parete. Per l’intonaco è adatto un fondo per intonaci che garantisce una migliore aderenza dell’intonaco e del colore.

Importante: è preferibile rimuovere una tappezzeria molto vecchia o già verniciata più volte. Altrimenti può succedere che la tappezzeria si stacca dalla parete o che il colore si sfalda in seguito dall’intera superficie.

Passo 3: iniziare con il soffitto. Perché se si inizia con le pareti si corre il rischio che al momento della verniciatura del soffitto il colore può cadere sulle pareti appena dipinte. È preferibile iniziare con i bordi del soffitto. Utilizzare un pennello. Continuare con il rullo per verniciare l’intero soffitto. Per i rulli sono disponibili pratiche aste telescopiche per raggiungere facilmente il soffitto senza l’utilizzo di una scala. Con l’aiuto della griglia rimuovere il colore in eccesso dal rullo.

Passo 4: ora tocca alle pareti. Anche in questo caso iniziare con gli angoli e/o i contorni delle pareti. Riprendere il rullo e verniciare l’intera superficie della parete. Lasciar asciugare il colore per qualche ora e controllare che il risultato sia omogeneo. In caso contrario passare una seconda mano. È importante far asciugare bene il colore prima della seconda mano. Meglio procedere con la seconda mano il giorno successivo.

Passo 5: rimuovere quindi il nastro adesivo. Importante: rimuovere il nastro adesivo quando il colore non è completamente asciutto altrimenti può succedere che con la rimozione del nastro adesivo si stacchi anche parte del colore. Cosa molto fastidiosa soprattutto se avete creato dei disegni o singoli effetti colorati. 

Dipingere le pareti: la tecnica per un risultato pulito

Per la verniciatura di una stanza vi consigliamo di applicare la tecnica bagnato su bagnato: in questo modo è possibile evitare segni lasciati dalle riprese, poco attraenti per l’immagine complessiva. Procedere come segue:

  • stendere il colore in strisce verticali e a una larghezza che corrisponde tre volte a quella del rullo.
  • Continuare posizionando il rullo orizzontalmente nel settore già dipinto per creare una ripresa senza segni.
  • Ripetere l’operazione passo per passo fino ad aver completato l’intera parete. Il cambio tra verticale e orizzontale assicura una distribuzione uniforme del colore. 

Tutto per il tuo progetto estivo – nella newsletter JUMBO

Resta sempre aggiornato e assicurati lo sconto di benvenuto di fr. 10.–.


verso l'alto

Disdetta avvenuta.